martedì 24 marzo 2009

I Fiori di Bach

I Fiori di Bach

I Fiori di Bach sono fiori sponanei individuati negli anni '30 dal Dr.Edward Bach, il medico inglese che ideò il metodo per estrarne l'essenza e diluirla. Tali rimedi sono stati concepiti per favorire l'armonizzazione degli stati emozionali alterati e per facilitare uno stato di benessere e di equilibrio psico-fisico secondo una metodologia naturale.

I Fiori di Bach sono riconosciuti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Il Dr. Edward Bach

Il Dr. Bach nasce il 24 settembre 1886 a Mosley, un villaggio in prossimità di Birmingham Lasciò il lavoro presso la fonderia di ottone del padre per dedicarsi agli studi in medicina, laureandosi nel 1912 presso l'University College Hospital di Londra.

Manifesta una certa insoddisfazione per i metodi di cura dell'epoca, troppo incentrati su di una visione fisica e meccanicistica e poco attenti agli aspetti individuali, caratteriali, comportamentali, emotivi dell'essere umano.

Bach osserva che persone affette dallo stesso male possono reagire in modo diverso e viceversa, individui con personalità e tratti caratteriali simili, tendono a reagire allo stesso modo a diverse patologie.

Il suo incarico come assistente batteriologo allo University College Hospital prima e come batteriologo al London Homeopathic Hospital poi, gli permette di identificare 7 gruppi di batteri intestinali da cui ottiene altrettanti nosodi ancora oggi usati in Omeopatia.

L'apprezzamento verso il suo lavoro, rende sempre più numerosi i pazienti che si rivolgono al suo studio in Harley Street.

Tuttavia egli, dotato di lucidità di pensiero, determinazione, generosità, sensibilità e intuititivà, è intento a portare avanti la propria personale ricerca, convinto che in natura ci debbano essere rimedi vitali e innocui in grado di curare l'individuo agendo sulla psiche che, nella sua visione, è la vera causa determinante del sintomo o del disturbo.

E' nei fiori selvatici delle campagne gallesi che trova questi rimedi: i primi tre (Impatiens, Mimulus e Clematis) li identifica nel 1930. E quello stesso anno, intuisce, osservandole, come le gocce di rugiada colpite dal sole si impregnino dell'essenza della pianta su cui giacciono. Proprio da questa intuizione sviluppa il Metodo del Sole per la preparazione delle Tinture Madri.

Si dedica anima e corpo alla ricerca di quella che lui definisce la "Medicina del Futuro" e alla divulgazione delle sue scoperte. Vende tutti i suoi averi per ricavarne il necessario ai suoi studi e spesso offre gratuitamente le sue prestazioni. Nel 1932 completa la serie dei primi 12 fiori che chiama "Guaritori". Tra il 1933 e il 1934 identifica altri 7 rimedi che definisce "Aiutanti". Successivamente trova, anche gli ultimi 19 che definisce più "Spirituali". Inoltre, dovendo preparare la Tintura Madre di Cherry Plum, all'inizio di Primavera, quando ancora il sole non è particolarmente intenso, mette a punto anche il Metodo della Bollitura.

Muore nel sonno il 26 novembre 1936, avendo portato a termine la sua opera di cui ancora oggi possiamo beneficiare.

In questo link vi è un sito interamente dedicato ai Fiori di Bach, comprensivo di un test per valutare il rimedio floreale più adatto in questo momento per ciascuno (visualizzabile solo con Microsoft Internet Explorer).

domenica 22 marzo 2009

A Grugliasco, il Festival della Scienza. "Insegui la tua stella"

A Grugliasco, provincia di Torino, si terrà il Festival della Scienza che avrà tematiche astronomiche, in particolare il titolo della manifestazione sarà "Insegui la tua stella".

Segnalo un paio di date di conferenze che meritano certamente di essere ascoltate e il restante programma della manifestazione lo si trova sul sito internet di Grugliasco.

Sabato 4 aprile
> ore 17,00 "Armonia delle Sfere, l'astronomia agli albori della scienza" - Dott. Daniele Corradetti
(aperta al pubblico)
Parco Le Serre, Grugliasco - Padiglione Espositivo La Nave

Domenica 5 aprile
> ore 11,00 "Origine e significato delle costellazioni" - Dott.ssa Francesca Manenti
(aperta al pubblico)
Parco Le Serre, Grugliasco - Padiglione Espositivo La Nave

Con l’invito “Insegui la tua stella”, il Comune di Grugliasco (Torino), si appresta ad inaugurare la settimana del “Festival della Scienza” e dell’ “Orientamento scientifico”, dedicato in particolare all’astronomia.

Il 2009 infatti è stato nominato dall’Onu e dall’Unesco “Anno dell’Astronomia”, soprattutto per celebrare i 400 anni da quando Galileo Galilei iniziò ad osservare il cielo stellato con un cannocchiale, vero precursore dei moderni telescopi. Il 2009 inoltre, celebra anche il 40° anniversario del primo sbarco sulla Luna, che gli astronauti dell’Apollo 11 portarono a compimento nel luglio del 1969.

L'obiettivo del Festival è promuovere la diffusione del sapere scientifico attraverso l’obiettivo comune che è quello di trasformare
la città in un luogo dove documentare la ricerca la sperimentazione e l’esperienza dei momenti formativi orientando la conoscenza verso lo sviluppo delle tecno-scienze. Scuole, aziende e formatori insieme per un ricco programma di eventi, incontri, convegni, mostre, rappresentazioni teatrali e cinematografiche dedicate al tema dell’astronomia.




Orari apertura 2009
L 30 marzo (inaugurazione) 17.00/20.00
M 31 marzo 9.00/12.30 - 14.00/17.00
M 01 aprile 9.00/12.30 - 14.00/17.00
G 02 aprile 9.00/12.30 - 14.00/17.00
V 03 aprile 9.00/12.30 - 14.00/17.00
S 04 aprile 10.00/12.30 - 14.30/22.00
D 05 aprile 10.00/12.30 - 14.00/18.00

Ufficio Istruzione
Città di Grugliasco
Via Spanna, 2
10095 Grugliasco (To)

T +39.011.40.13.311; +39.011.40.13.312
F +39.011.40.13.321



 
^

Powered by Blogger Oggi Giorno: blog di scienza, pensieri, attualità by Software and Works
Creative Commons License